Il settore della cannabis e della blockchain cammineranno insieme

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

 

La California apre alle transazioni digitali

 

Il settore della cannabis e della blockchain cammineranno insieme.

Al giorno d’oggi stiamo vedendo token digitali in molti settori, ma ce ne sono ancora molti da sperimentare, soprattutto quando si tratta di osservare persone inaspettate che usano risorse digitali per acquistare prodotti imprevisti. In questo caso, i legislatori della California vanno in un dispensario per acquistare marijuana con token digitali.

Martedì, il membro del consiglio comunale di Emeryville Dianne Martinez e il membro del consiglio comunale di Berkeley Ben Bartlett sono diventati i primi due funzionari eletti ad acquistare cannabis con risorse digitali.

 

I motivi della scelta (AB953)

Le motivazione della decisione non è legato all’uso personale, ovviamente, ma bensì è correlato a un atto legislativo. Il disegno di legge n. 953 dell’Assemblea, sponsorizzato dalla Blockchain Advocacy Coalition, lavora per educare i legislatori e regolatori sulla blockchain.

Questo progetto, consentirebbe alle giurisdizioni locali della California di accettare il pagamento delle tasse sulla cannabis tramite la stablecoin, in altre parole le aziende di cannabis sarebbero in grado di pagare le tasse utilizzando le monete digitali.

La coalizione ha facilitato l’evento, i due consiglieri sono andati al negozio di cannabis Ohana a Emeryville per scoprire come la tecnologia degli asset digitali può migliorare la trasparenza e ridurre le commissioni di transazione, attraverso una dimostrazione dal vivo.

Il dispensario ha ricevuto il dollaro universale (UPUSD), un token basato su Ethereum ancorato al dollaro statunitense, creato dalla Universal Protocol Alliance, composto da società blockchain come Cred, Uphold e Blockchain a Berkeley.

Ha inoltre mostrato e verificato che “il processo ha richiesto pochi secondi e ha comportato commissioni di transazione sostanzialmente inferiori per il dispensario“, in base al quale “Ohana ha accettato Bitcoin Cash (BCH) utilizzando il token LBA di Cred come utilità di traduzione, con i proventi delle vendite e delle imposte comunali regolati nel Dollaro universale“.

Bartlett ha affermato che disponendo di un metodo di riscossione delle imposte che non include il contante, “AB 953 può ridurre costi e rischi per la sicurezza di città e imprese“, aggiungendo che le esenzioni fiscali “sfruttando la tecnologia delle stablecoin aiuteranno a far emergere questo nuovo settore”.

La conferenza stampa di Blockchain Advocacy Coalition

Il direttore esecutivo della Blockchain Advocacy Coalition si è dichiarato molto soddisfatto del progetto “AB953”, pubblicando un tweet sul suo profilo personale.

Il nuovo disegno di legge fornirà un metodo alternativo per incassare la rimessa fiscale della cannabis. Il settore è privo di depositi al 70% ed è un pericolo per la sicurezza pubblica che spreca risorse della città e dello stato.

Intanto, AB 953 spiega che la legge esistente impone un’accisa statale del 15% sull’acquisto di cannabis e prodotti derivati.

A partire dal 1 ° gennaio 2020, questa nuova proposta di legge consentirebbe a una città o contea di  attuare un metodo mediante il quale tale imposta potrebbe essere pagata in stablecoin.

Il disegno di legge autorizzerebbe quella città o contea nel determinare tale metodo di accettare stablecoin direttamente in un portafoglio digitale controllato da tale giurisdizione o di utilizzare un processore di pagamento digitale di beni di terze parti che consenta la conversione immediata di tutti i pagamenti effettuati da stablecoin“, conclude.

I settori in espansione

Senza dubbio, ci troviamo difronte all’esplosione di due settori che non avremmo mai pensato di dover osservare. La cannabis e la tecnologia blockchain, in questo senso però, oltre che soffermarci su un evento a dir poco importante, siamo tenuti a dover considerare che i due maggior settore in espansione iniziano a collaborare.

Il progetto blockchain e il sistema di pagamento digitale è un’innovazione a dir poco fenomenale, motivo per cui si ritiene che gli Stati Uniti siano molto più avanti di noi occidentali.

Con questo progetto, la California apre una nuova frontiera dei pagamenti in moneta digitale.

La genialità si trova nel racchiudere in un solo progetto la felicità di parecchie parti. In questo caso, commerciante e consumatore da una parte, stato e governo dall’altra.

Come abbiamo sempre preannunciato, crediamo fermamente che il sistema blockchain abbia il diritto di essere considerata la più grande innovazione del 20esimo secolo.

Infatti, dal 2020 il settore della cannabis e della blockchain cammineranno insieme.

Speriamo, che progetti come questo possano essere avallati anche in Europa, prendendo spunto da situazioni inizialmente irrealizzabili.

 


 

Iscriviti gratuitamente per rimanere sempre aggiornato

 

SCOPRI I MIGLIORI INVESTIMENTI DEL 2020

Inserisci la tua migliore email, per non perdere gli aggiornamenti gratuiti

  • USD
  • EUR
  • GPB
  • AUD
  • JPY
  • bitcoinBitcoin(BTC)
    $11,781.411.25%
  • ethereumEthereum(ETH)
    $394.85-0.97%
  • rippleXRP(XRP)
    $0.3040480.80%
  • tetherTether(USDT)
    $1.000.20%
  • bitcoin-cashBitcoin Cash(BCH)
    $309.056.16%
  • litecoinLitecoin(LTC)
    $59.251.30%
  • eosEOS(EOS)
    $3.091.81%

Ti potrebbero interessare anche

Il coronavirus alimenta le preoccupazioni dei mercati finanziari
30 Gennaio 2020By
Investous – Presentazione completa del broker di CFD
20 Gennaio 2020By
Cosa sono i CFD?
17 Gennaio 2020By
etoro